fbpx

Un Consiglio Comunale per le vie del Borgo Antico: la richiesta dei cittadini del Centro Storico di Cassano

uno scorcio del Centro Storico di Cassano delle Murge (foto dalla pagina Facebook Cittadini del Centro Storico di Cassano delle Murge)

Il Movimento Cittadino dei Residenti del Centro Storico di Cassano delle Murge inoltra all’Amministrazione Comunale formale richiesta per effettuare la prossima seduta del Consiglio Comunale per le vie del Paese Vecchio.

«Ne abbiamo piene le tasche e non solo» è il “grido” di molti residenti del Borgo Antico che chiedono un «Consiglio Comunale itinerante, per valutare le criticità e discutere dei problemi coinvolgendo non solo i cittadini residenti ma anche, e soprattutto, l’Amministrazione Comunale e l’opposizione».

Sarebbe sicuramente una novità per l’Assise Consiliare cassanese che, nell’ultimo periodo, ha già lavorato “in trasferta” presso l’IISS Leonardo da Vinci nel tentativo di avvicinare i giovani alla politica e all’amministrazione della Cosa Pubblica.

Se l’Amministrazione Comunale accettasse la proposta dei cittadini del Centro Storico, sarebbe dunque un concreto passo di avvicinamento della politica e delle Istituzioni verso le persone che vivono la quotidianità del paese e che lamentano, da tempo, problemi legati a «sicurezza, sporcizia, abbandono dei rifiuti, degrado, abusivismo, affitti impossibili». E queste sono, affermano dal Movimento Cittadino, «solo alcune delle criticità del nostro Centro Storico».

Quello che in sostanza chiedono i cittadini alla politica è «un dibattito per mettere in atto strategie da adottare per riqualificare e rigenerare il borgo antico ascoltando il territorio».

Sebbene in Consiglio Comunale non possa esserci, da regolamento, dibattito tra cittadini e amministratori, l’invito è che il Consiglio si sposti, per una volta, dalla Sala Consiliare, lasci «le poltrone del palazzo di città» e si muova «tra i cittadini, confrontandosi direttamente con i residenti per dare VOCE a chi ci abita».

«Ci sentiamo abbandonati a noi stessi», è il grido disperato dei cittadini del Centro Storico che sentono «la mancanza delle Istituzioni, dal Sindaco alle Forze dell’Ordine.

Questa mancanza viene concepita dai nostri concittadini attraverso azioni ormai abitudinarie: dal parcheggio selvaggio in piazza sotto la Chiesa Madre all’abbandono dell’immondizia nelle stradine, ai festini da SBALLO organizzati sotto i nostri portoni».

Tutto questo, per il Movimento Cittadino dei Residenti del Centro Storico è «inconcepibile». E allora, «in un periodo in cui la completa sfiducia verso la politica è ai massimi storici, la vicinanza ai cittadini sarebbe un bel segnale».