fbpx

Una prestazione da “tigri”! La Volley Cassano fa suo il derby contro la New Volley Raf di Santeramo

(foto Volley Cassano)

Un derby è sempre un derby, ma quando ad affrontarsi sono due squadre di paesi vicini, con una lunga e consolidata tradizione, la partita assume significati particolari ed è molto più sentita.

È andato in scena ieri, al PalaVitulli di Santeramo in Colle, il “derby della Murgia” valido per l’8ª giornata del Girone A di Serie D tra Volley Cassano e i padroni di casa della New Volley Raf.

Le “tigri” di mister Masiello si sono imposte con un secco 3-0, vincendo i tre set disputati con i parziali di 25-19, 25-17 e 26-14.

Una gara molto sentita e preparata a puntino da mister Antonio Masiello per far fronte ad una gara speciale sotto tutti i punti di vista: la Volley Cassano sapeva di trovare, a Santeramo, un pubblico chiassoso e degli avversari rognosi. Insomma, le “tigri” erano pronte ad una di quelle partite in cui non serve trovare motivazioni. E la settimana di avvicinamento al match è stata molto intensa per Ragucci e compagni che hanno potuto allenarsi anche un giorno in più rispetto al solito visto il posticipo del match alla domenica.

Gli allenamenti sono saliti di intensità mano a mano che ci si avvicinava alla partita e mister Masiello ha prestato molta attenzione non solo all’aspetto fisico, tecnico e tattico, ma anche e soprattutto a quello mentale: l’ultimo allenamento prima della gara, infatti, si è svolto in pieno clima-partita con la riproduzione, nel PalaVitarella, dei “rumori” del PalaVitulli e del tifo avversario che hanno consentito alle “tigri” di mantenere un alto livello di sopportazione mentale durante la gara e restare concentrati sul campo senza pensare a quello che succede sugli spalti.

«Nella mia carriera pallavolistica – ammette il capitano Guido Ragucci – non ho mai fatto un allenamento come quello di sabato, neanche quando giocavo in Serie B. Allenare la situazione mentale del giocatore in questo modo è stata una novità anche per me. Durante l’allenamento né il mister né i giocatori hanno detto una singola parola: comunicavamo a sguardi… C’era troppo rumore grazie alla simulazione del tifo prodotta dalle casse messe in palestra dal mister… esattamente come succede in gara quando hai un pubblico rumoroso».

(foto Volley Cassano)

E la tecnica di allenamento utilizzata da mister Masiello ha prodotto i suoi frutti: la gara, infatti, è andata a gonfie vele sin dall’inizio. Le “tigri” erano pronte a “buttare il sangue” in campo (anche letteralmente, come ha dimostrato Monfreda che ha giocato lunghi tratti del match con un’escoriazione al ginocchio per un infortunio).

La Volley Cassano sapeva di non poter perdere un match così importante, sia per il morale, sia per la classifica (con la vittoria di ieri le “tigri” restano in seconda posizione con 20 punti, insieme al Webbin Volley Club di Manfredonia, in scia della BCC New Mater di Castellana, distanziata di un solo punto).

Anche l’allenamento ai servizio ha dato i suoi frutti e i risultati si sono notati in campo.

Notevole la prestazione del già citato libero Monfreda. Non sono mancati, però, alcuni momenti di calo, che sono sempre dietro l’angolo come ad esempio il calo in attacco di Bitetti nel secondo e terzo set. Bitetti si è però rifatto scatenandosi sul muro punto nel finale e con un attacco da zona 2 che ha chiuso la gara a favore della Volley Cassano.

La Volley Cassano ringrazia il numeroso pubblico cassanese che ha seguito le “tigri” fuori casa e dà appuntamento al 12 gennaio, con una nuova trasferta in casa della Fincons Group di Bari per continuare la corsa verso la vetta della classifica.