fbpx

“Urgente prevenire e combattere i pericoli del gioco d’azzardo”

Comunicato stampa del consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali Mino Borraccino.

“Le recenti dichiarazioni del Commissario europeo per la salute e la sicurezza alimentare, Vytenis Povilas Andriukaitis confermano che la Commissione europea riconosce il pericolo della dipendenza da internet e dai videogiochi, in particolare tra i bambini e gli adolescenti. La relazione Prevention of Addictive Behaviours pubblicata dall’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze tratta anche delle dipendenze comportamentali, come il gioco d’azzardo, e fa un’utile analisi delle misure di prevenzione.
Per questa ragione il Gruppo “Noi a Sinistra per la Puglia” ha presentato oltre un anno e mezzo addietro un’apposita proposta di legge.

In data odierna ho presentato sull’argomento una mozione da discutere e approvare in Consiglio Regionale. La Puglia, infatti, è una delle regioni dove più si spende nel gioco d’azzardo, con gravi conseguenze di carattere sociale, economico e familiare.

E’ fondamentale intervenire contro il gioco d’azzardo, scoraggiare la pubblicità dei vari giochi che sono facilmente reperibili in bar, tabaccherie ed esercizi commerciali e nel contempo premiare, con incentivi fiscali, gli esercenti che rimuovano i videogiochi e le macchinette dai loro locali. Non solo: occorre vietare la presenza di slot machine in un raggio inferiore a 500 metri da luoghi sensibili come scuole, parrocchie, centri di aggregazione giovanile, nonché la pubblicizzazione delle vincite, all’esterno dei locali, al fine di ridurre i fenomeni di emulazione.

La mozione intende impegnare la Giunta regionale a sollecitare il Governo nazionale a fare proprie le considerazioni illustrate nella relazione Prevention of Addictive Behaviours pubblicata dall’Osservatorio europeo delle droghe, delle tossicodipendenze e delle dipendenze comportamentali, come il gioco d’azzardo, e a esaminare le misure di prevenzione ivi suggerite, provando a mettere in atto quelle più confacenti ad aree a grave rischio, come la Puglia, e intercettando in tal modo anche i finanziamenti previsti a favore degli Stati membri per la realizzazione delle opportune iniziative progettuali”.

Fonte: Consiglio Regionale Puglia