fbpx

Venerdì 11 gennaio “La Notte Nazionale del Liceo Classico” al “Platone”

L’IISS “Leonardo da Vinci” di Cassano delle Murge aderisce alla quinta edizione de “La Notte Nazionale del Liceo Classico” che si terrà venerdì 11 gennaio 2019.

Quest’anno, la manifestazione, per l’istituto scolastico cassanese, assume ancora più valore visto che proprio nel 2019 ricorre il decennale della nascita del Liceo Classico “Platone”, nato all’interno del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” nell’intento di ampliare l’offerta formativa da proporre a genitori ed alunni.

«La scelta di intitolare la struttura, ospitante il nuovo indirizzo di studi, ad una personalità illustre quale quella del filosofo Platone – scrivono dall’IISS Leonardo da Vinci – nasce nell’intento di ricordare il carattere esemplare e paradigmatico di una figura umana ed intellettuale del mondo antico, che è stata capace di coniugare nel concreto dell’azione, la tensione inesausta del pensiero teoretico con la passione politica.

Nell’ottica di un’offerta formativa che rispetti la globalità della persona e che consenta allo studente di acquisire un bagaglio di conoscenze e competenze con cui affrontare in modo consapevole e critico le sfide della modernità, il piano di studi tradizionale del nostro liceo classico si è ulteriormente ampliato, aprendosi ai saperi giuridici, scientifico-tecnologici nonché al potenziamento delle lingue straniere, nell’ottica di una formazione globale che richiede la nascita di profili professionali con competenze sempre più specifiche e puntuali».

A certificare l’eccellenza del classico “Platone” anche il secondo posto nei licei della Provincia di Bari ottenuto sulla base delle prestazioni fornite dagli studenti ormai diplomati nel percorso da loro intrapreso negli Studi Universitari. Il riconoscimento è certificato dall’Eduscopio della Fondazione Agnelli.

Venerdì 11 gennaio, dunque, l’istituto scolastico cassanese, in occasione de “La Notte Nazionale del Liceo Classico”, sarà animato da conferenze, spettacoli e letture a partire dalle ore 16:00 quando, nell’auditorium “Maria Lassandro” verrà aperta la giornata con gli interventi della dirigente scolastica Daniela Caponio, della sindaca di Cassano delle Murge Maria Pia Di Medio e del prof. Menico Caroli dell’Università degli Studi di Foggia.

A seguire si terrà la visita guidata ai laboratori interattivi tra buffets con i cibi dell’antichità, cosmetici naturali e rimedi omeopatici con erbe officinali utilizzate sin dall’antichità e antiche anfore per la conservazione dei cibi.

Nella palestra si terrà, invece, l’esibizione di pattinaggio di Maia Campanale sulle note di “Zingara – Diamonds are a girl’s best friend” da Moulin Rouge. A seguire la gara di pattinaggio con Alice Campanale, Maia Campanale, Elisa Giustino, Giorgia Campanale, Sara Pignatale e Michela Ciriello sulle note di “A modo tuo” di Elisa.

Marco Fusaro, Cinzia De Marco, Marina Vilumi e Ilaria Perlangeli si esibiranno in passi di danza, mentre Anna Rita Zella e Siria De Bellis in movimenti di ginnastica artistica.

Dalle 19:30 un ricco programma tra recitazione, letture e musica intratterrà i visitatori nell’auditorium:

  • Dialogo: scontro tra Amedeo-figlio e Ferete-padre da Alcesti di Euripide (Marco Turitto e Giuseppe Campanale)
  • Monologo di Alcesti da omonima tragedia di Euripide (Gabriella Ferrara)
  • Blue di Beyoncé (Azzurra Barberio)
  • Dialogo: scontro tra padre Dedalo e figlio Icaro (testo ideato da Claudio Abbatecola. Recitano Claudio Abbatecola e Gianvito Gargano)
  • Dialogo tra Medea euripidea e Cornelia in Tito Livio (Alice Campanale e Matilde Loconsole)
  • Waves di Dean Lewis (Elisa Giustino)
  • Monologo di Clitennestra dall’Elettra di Euripide (Maia Campanale)
  • Chiodo fisso di Pino Gioia (Sara Pignatale)
  • Monologo Ifigenia in Aulide di Euripide (Milena Dicanio)
  • The nights (Ludovica Plantamura e Francesca Ricciato)
  • Lettura recitata del dialogo tra la scienziata dell’antichità Ipazia e il padre Tedone da “Storie della buona notte per bambine ribelli” di Favilli-Cavallo (Pierluca Milella e Ivana Demarco)
  • Band del Liceo
  • To good at goodbyes di Sam Smith (Liviana Cian mentre Federica Palazzo danza)
  • Monologo da Amleto di William Shakespeare (Nunzia D’Effremo e Antonio Cassano)
  • Bohemian Rhapsody dei Queen (Deborah Laterza e Azzurra Barberio)
  • Confronto tra Plauto e Terenzio (letture recitate)
  • Gli uomini di Mia Martini (Paola Caselli)
  • La Patente di Luigi Pirandello (Claudio Abbatecola, Giuseppe Tisci, Ludovica Plantamura, Gianvito Gargano, Martina Arganese, Micaela Posa e Giuseppe Nicastro)
  • Come neve di Giorgia (Deborah Laterza e Azzurra Barberio)
  • Confronto-scontro tra Aristarchos e Mnesarchide da “Lo scudo di Talos” di V. Manfredi (Claudio Abbatecola e Martina Arganese)
  • Letture recitate da “Il giovane Holden di Salinger” (Gianvito Gargano)
  • Avrai di Claudio Baglioni (Paola Caselli)
  • Monologo ispirato da “Lettera ad un bambino mai nato” di Oriana Fallaci (scritto e recitato da Francesca Ricciato)
  • Monologo di Aska ispirato da Venuto al mondo di Margareth Mazzantini (testo scritto e recitato da Emilia Colafemmina).

Il Classico “Platone” dell’IISS Leonardo da Vinci è uno dei 433 licei classici italiani che hanno aderito a “La Notte Nazionale del Liceo Classico”, l’evento più atteso da tutti gli studenti dei Licei Classici d’Italia, una delle proposte più innovative nella scuola degli ultimi anni.

Nata da un’idea del prof. Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il Liceo Classico Gulli e Pennisi di Acireale (CT), ha catturato, sin dal suo primo apparire, l’attenzione dei media e ottenuto l’approvazione ministeriale.

Venerdì 11 gennaio, in contemporanea dalle 18:00 alle 24:00, le scuole d’Italia che hanno aderito a “La Notte Nazionale del Liceo Classico” aprono le loro porte alla cittadinanza e gli studenti dei Licei Classici d’Italia si esibiscono in svariate performances: maratone di letture di poeti antichi e moderni; drammatizzazioni in italiano e in lingua straniera; esposizioni di arti plastiche e visive; concerti ed attività musicali e coreutiche; presentazioni di libri e incontri con gli autori; cortometraggi e cineforum; esperimenti scientifici; degustazioni a tema e ispirate al mondo antico… e molto altro ancora, lasciato alla libera inventiva e creatività dei giovani guidati dai loro docenti.