fbpx

Volley Cassano: buona la prima in Serie D 2018-2019

la Volley Cassano all’esordio stagionale al PalaVitarella contro la New Volley Gioia (foto Volley Cassano)

Buona la prima per la Volley Cassano nel Girone A di Serie D 2018-2019. Gli uomini di mister Antonio Masiello, nella prima di campionato, giocata ieri al PalaVitarella, hanno battuto la New Volley Gioia per 3-1.

Il primo set se lo sono aggiudicati gli ospiti, combattendo punto su punto e imponendosi, alla fine, per 33-31.

La reazione della Volley Cassano è stata immediata e Guido Ragucci e compagni hanno ribaltato il risultato, ottenendo la vittoria nei succesivi parziali con i risultati di 25-17, 25-13 e 25-20.

La Volley Cassano muove subito, dunque, la classifica del Girone A, raggruppamento composto da dodici squadre, per lo più baresi con un paio di foggiane.

La rosa della squadra cassanese riparte dal vivaio e, quindi, dai giovani talenti del nostro paese, affidandosi a ragazzi di Cassano con l’innesto di due giovani provenienti da Altamura: l’opposto Giacomo Mariniello e lo schiacciatore Giuseppe Tragni. Torna, inoltre, a vestire la maglia della compagine allenata da Antonio Masiello lo schiacciatore santermano Fabio Silletti.

a fine partita “selfie-vittoria” per Ragucci e compagni (foto Volley Cassano)

Quello della Volley Cassano sarà un campionato mirato a fare esperienza per i ragazzi del roster che avranno la possibilità di crescere pallavolisticamente confrontandosi contro squadre ben attrezzate, con atleti che, vista la riduzione delle squadre nel campionato di Serie C, hanno accettato di scendere di categoria. Il livello della categoria, dunque, è superiore rispetto a quello degli scorsi anni e lo ha dimostrato già l’avvio contro una squadra, già affrontata con successo dalla Volley Cassano nel triangolare del Memorial Mario Rossani, ma che i ragazzi di Masiello hanno affrontato con il giusto carattere, senza sottovalutarla.

La Volley Cassano sta preparando questo campionato già da inizio settembre, per trovare i giusti equilibri e l’intesa tra i giocatori che, a giudicare dal primo risultato, dà già i suoi frutti.

Ulteriore conferma tra le “tigri” è Guido Ragucci, il capitano, che quest’anno sarà, a 32 anni, il giocatore più “anziano” della squadra: «spero di poter essere un buon esempio per i nostri ragazzi durante tutto il percorso del campionato», afferma.